Sito ufficiale della Pinacoteca Nazionale di Siena

Relazioni d’Arte

18/01/2024

-

18/01/2024

 

Francesco di Bartolomeo Alfei: “armista” quattrocentesco o agente segreto per la Repubblica di Siena?

Il 18 gennaio 2024 alle ore 17, presso Palazzo Chigi alla Postierla tornano le conferenze del ciclo “Relazioni d’arte” con la storica dell’arte Anabel Thomas che parlerà di un artista senese del Quattrocento per il quale ci sono diversi riferimenti archivistici, ma poche opere note. Siamo in presenza di un artista che ha lasciato un’impronta quasi invisibile del suo lavoro di dipintore, al confronto dei suoi più noti contemporanei. Un fatto solo è chiaro: sappiamo dai fondi archivistici che Francesco di Bartolomeo Alfei dipingeva le arme di Siena sui muri e sui castelli dei comuni sottoposti al suo governo.

Un dipinto di Biccherna datato 1440 dimostra bene il mestiere dell’armista. Vediamo chiaramente la Balzana di Siena sulla porta principale e sul muro del castello del paese. Dunque possiamo immaginare il nostro artista a lavoro: in piedi davanti a un muro oppure sopra un’impalcatura.

A parte questo, esiste un altro campo di ricerca che situa la vita e la carriera dell’artista nell’ambito del suo sodalizio con i membri leader della società senese, compresi i rappresentanti dello stesso governo centrale.

Nell’intervento si esplorerà in dettaglio come Francesco di Bartolomeo Alfei si sia impegnato in diversi tipi di attività. Da un lato, è stato impiegato per svolgere lavori di decorazione relativamente discreti e itineranti sulle pareti e negli spazi pubblici dei territori soggiogati della Repubblica, nonché come rilevatore, mappando i confini territoriali. Dall’altro, ha assunto impieghi a termine fisso come funzionario governativo. In entrambi i casi, vi sono prove che dimostrano che l’artista era obbligato a inviare rapporti formali al governo centrale a Siena, dettagliando la situazione locale e nei distretti circostanti.

Allora, è possibile che Francesco di Bartolomeo Alfei abbia vissuto una doppia vita? Una da armista, l’altra da agente in servizio alla Repubblica di Siena?

Per informazioni e prenotazioni scrivere a pin-si.comunicazione@cultura.gov.it